La festa di Natale è una festa dedicata alle famiglie e alla condivisone; una festa che, oserei dire, incarna completamente lo spirito natalizio.

Nel tradizionale appuntamento dell’ultimo giovedì sera prima delle vacanze, quest’anno vi hanno partecipato, tra ragazzi e genitori, circa 600 persone e tutti hanno cenato insieme all’interno della palestra, che era stata appositamente preparata per l’evento nei giorni precedenti da alcuni di noi ragazzi del S. Lorenzo.

Prima della cena si è celebrata la S. Messa, presieduta dal direttore Don Giorgio ma concelebrata da tutta la comunità salesiana, che ha condiviso questo bel momento con tutta la scuola: nell’omelia c’è stato anche il tempo per citare qualche divertente episodio avvenuto durante la decorazione natalizia della scuola, che ogni anno impegna alcuni volontari e si rivela sempre un bel momento “animato”.

Come già detto, il Pala Don Bosco era stato allestito per la cena; al suo interno era stato posto centralmente anche un palco per ospitare i numeri delle classi, ormai elemento della tradizione di questa festa.

Ognuna delle 10 classi ha inscenato un piccolo spettacolo, spaziando da serate in discoteca a scene di un poliziesco, da Olimpiadi a cenoni in famiglia, tutti ovviamente a tema natalizio.

Durante la serata, hanno preso posto sul palco anche la premiazione della 3ªA – vincitrice del torneo di calcio – e l’esibizione del coro della nostra scuola, che ha intrattenuto il grande pubblico con alcuni canti natalizi dal loro repertorio.
Elemento di novità, aggiunto proprio quest’anno, è stata la possibilità di partecipare alla serata in modalità eco-green, ovvero portandosi le stoviglie per la cena da casa, diminuendo così il consumo di plastica, obiettivo della commissione ecologia.

Tutto il ricavato di questa festa andrà in beneficenza all’oratorio di Aleppo, in Siria, dove purtroppo, da tempo, i giovani non hanno la possibilità di un Natale di Pace.

(Da un Allievo del Liceo)