,

Un inizio… a Boca aperta!

A che cosa serve che una comunità intera (alunni, genitori, insegnanti, educatori, salesiani) dedichi uno dei preziosissimi sabato mattina ad andare insieme a celebrare una santa messa in un santuario?

Molti si saranno posti questa domanda e chi è riuscito a essere presente al santuario di Boca, sabato 8 ottobre scorso, ha potuto trovare qualche risposta a questo legittimo quesito: un anno scolastico è un’avventura complessa che ha bisogno di una sana dose di ottimismo per realizzarsi senza troppi intoppi.

La preghiera fiduciosa, che è insieme invocazione e affidamento, è un sostegno irrinunciabile al quale l’intera comunità scolastica fa ricorso a inizio anno: ci si “ferma” a pregare per partire con la spinta giusta!

Ciascuno di noi, pur con i suoi limiti e i suoi difetti, un po’ come il grande santuario che presenta ancora delle parti incompiute, ha detto il direttore don Fabio nella sua omelia, può contribuire mediante il proprio operato, alla realizzazione del bene collettivo.

Per le 14 classi della nostra scuola media, l’anno scolastico 2022\2023, iniziato fra i variopinti colori autunnali delle vigne che circondano il santuario di Boca, saprà senza dubbio portare buoni frutti.