Seicentocinquanta bambini in campo, delle categorie Aquilotti, Scoiattoli, Esordienti, Pulcini e settore femminile, non meno di 2000 persone sulle tribune per una tre giorni di pallacanestro, organizzata al Pala Don Bosco da Novara Basket, nel segno dello sport, della festa e del divertimento.

Si riporta l’articolo pubblicato su La Voce di Novara il 10 giugno 2019 da Flavio Bosetti, in merito all’iniziativa organizzata da Novara Basket.

Minibasket sotto la cupola, un successo senza precedenti. Seicentocinquanta bambini in campo, delle categorie Aquilotti, Scoiattoli, Esordienti, Pulcini e settore femminile, non meno di 2000 persone sulle tribune per una tre giorni di pallacanestro, organizzata al Pala Don Bosco da Novara Basket, nel segno dello sport, della festa e del divertimento. Al Pala Don Bosco è andato tutto ben oltre le più rosee aspettative, non solo confermando la bontà di un appuntamento che, da quest’anno, si è aperto su scala nazionale (con squadre arrivate da Piemonte, Lombardia, Liguria ed Emilia Romagna) ma addirittura aumentando il livello tecnico e la risposta di sostenitori e appassionati.

L’organizzazione curata da Novara Basket, grazie al prezioso apporto di uno staff preciso come un orologio svizzero, ha fatto il resto elevando Minibasket sotto la cupola a uno dei migliori tornei giovanili di tutta la regione e non solo.

«E’ stata una tre giorni unica e indimenticabile – spiega Ugo Finetti, presidente di Novara Basket – con numeri decisamente superiori a ogni edizione precedente. Siamo molto soddisfatti perché quest’anno siamo arrivati a coprire una parte del territorio nazionale invitando società anche di serie A. Il format è questo. Per il prossimo anno, anche se non sarà per nulla semplice, cercheremo di confermarci e perché no pure superare quanto fatto finora. Come Novara Basket possiamo contare su un team di collaboratori fantastico, preciso e puntuale. Tutto è andato per il meglio anche grazie, e soprattutto, all’infaticabile impegno di tutti».

Una famiglia, quella di Novara Basket, che è sicuramente destinata a crescere ancora.

«Un week end come questo – aggiunge il vice presidente e direttore tecnico Enrico Marietta – ripaga tutto noi di tanti sacrifici e impegno. Abbiamo toccato numeri davvero importanti per il basket giovanile, quello che in definitiva è e rimane la nostra mission. Alle premiazioni abbiamo faticato a mettere tutti i ragazzi in fila lungo la palestra, tante erano le presenze. Un plauso al nostro staff, senza il quale sarebbe stato impossibile arrivare a tanto, e ai nostri ragazzi che si sono cimentati nel ruolo di arbitro dirigendo le partite dei bimbi più piccoli. Sì, siamo una grande famiglia che vuole ingrandirsi ancora di più».

Alla manifestazione erano presenti anche l’assessore Federico Perugini, il Delegato Coni Rosalba Fecchio e il presidente di Fip Piemonte Gianpaolo Mastromarco.

«Ho vissuto una grande emozione – spiega Fecchio – per un torneo che sta raggiungendo livelli incredibili. E’ il terzo anno che presenzio e devo dire stavolta mi ha davvero entusiasmato. Bravi tutti, dai bambini agli istruttori, alle società che hanno partecipato a Novara Basket che ha curato tutto nei minimi dettagli».

Un motivo di vanto anche per il comitato piemontese della Fib, per un appuntamento che si rivolge esclusivamente ai più giovani.

«Novara Basket – conclude Mastromarco – non solo ha confermato un’ottima tradizione ma l’ha pure superata in merito a organizzazione e partecipazione. Ho preso arte molto volentieri alle premiazioni dopo aver visto anche della buonissima pallacanestro in un po’ tutte le categorie. Partecipo sempre molto volentieri a manifestazioni di questo tipo. I giovani rappresentano il futuro ed eventi come quello messo in piedi anche quest’anno da Novara Basket contribuiscono in maniera determinante alla loro crescita sportiva e morale».