A metà luglio 2019 le classi prime, seconde e terze del Liceo, chi per vacanza-studio e chi per alternanza scuola-lavoro, sono partite per due settimane in Inghilterra. Ecco la testimonianza dell’esperienza vissuta in Inghilterra da uno dei ragazzi partecipanti.

Ci siamo ritrovati all’aeroporto di venerdì mattina e una volta arrivati a Brighton le famiglie che ci hanno ospitati ci hanno accolto calorosamente. La prima sera l’abbiamo trascorsa un po’ in famiglia e un po’ con il gruppo. Il giorno dopo abbiamo subito fatto una gita fuori porta passando la giornata a Londra, tra visite guidate, tempo libero e shopping.

La domenica abbiamo speso il pomeriggio in spiaggia dove, nonostante il mare diversamente caldo, abbiamo fatto quasi tutti il bagno. La settimana era formata da gite alla mattina (abbiamo visto murales, castelli, musei e altri luoghi caratteristici di Brighton) e lezioni al pomeriggio. Le serate erano organizzate dalla scuola solo due giorni a settimana: una di ballo e una in cui si svolgevano attività come percussioni e giocoleria.

La seconda gita che abbiamo fatto è stata a Oxford, dove abbiamo potuto visitare le università, le biblioteche e i giardini tipici della città.

Per quanto riguarda la famiglia ci siamo generalmente trovati tutti bene; ci siamo sentiti ben accolti ed erano sempre disponibili con noi. È stato bello poter vivere nella realtà inglese per due settimane, con le loro abitudini e il loro stile di vita. Anche dal punto di vista del miglioramento della lingua, abbiamo potuto dialogare con la famiglia ospitante della quotidianità, aspetto che nelle lezioni non emerge sempre.

È stata una bellissima esperienza che mi ha permesso di potermi interfacciare con culture diverse, di potenziare la conoscenza dell’inglese e di stringere molte nuove amicizie.