L’anno scolastico 2019-2020 è ufficialmente iniziato!

Non era sufficiente il suono della campanella alle 8.30 di lunedì 9 settembre? Formalmente sì, per il liceo San Lorenzo certamente no. Pertanto, venerdì 13 settembre gli alunni si sono spostati dai banchi di scuola a quelli dell’abbazia di Chiaravalle, nella zona sud di Milano. Lo scopo: affidare a Dio quest’anno scolastico e i conseguenti impegni, momenti insieme, compiti in classe e occasioni di crescita personali. Questo perché, per arrivare a giugno potendo dire di aver vissuto pienamente, bisogna saper riordinare le priorità, dare precedenza a ciò che ha un’importanza maggiore.

Ognuno di noi infatti, grazie alla forza che proviene da Cristo, ha la possibilità di illuminare l’anno dei propri compagni di classe essendo sale nelle relazioni quotidiane e creando un clima familiare, come sottolineato da Don Giorgio durante l’omelia.

Per una scuola salesiana però, l’aspetto educativo costituisce la seconda priorità principale: ecco come nel pomeriggio ci si è spostati nel centro meneghino per diverse attività culturali, quest’anno incentrate sull’arte. Il primo biennio ha così visitato il Castello Sforzesco, le terze e le quarte la Pinacoteca di Brera, mentre le classi quinte si sono dirette al museo del Novecento, in modo che noi studenti potessimo apprezzare dal vivo ciò che presto studieremo sui testi scolastici.

E così, come ogni anno, senza accorgersene ci si ritroverà a giugno -a luglio per i più grandi e fortunati- con tanti momenti formativi condivisi, a tracciare un bilancio di quanto appena concluso: saremo stati in grado di accogliere e mettere in pratica le provocazioni del direttore? Omnia tempus habent…